palo.incrocio.traversa

Il calcio in piazza – Concorso letterario

calcio_in_piazza

  • IL CONCORSO – Il calcio in piazza resiste come momento di crescita, di condivisione e di apertura verso il mondo, in un’epoca di predilezione verso il gioco virtuale e individuale. I promotori del concorso, in questo senso, vogliono porre l’attenzione sugli aspetti legati alla formazione che il calcio in piazza da sempre propone: si fanno partite INSIEME, si condivide il pallone CON GLI ALTRI, si invitano a giocare i bambini di OGNI PAESE, CREDO E COLORE. Il contesto del gioco e quello della piazza, quindi, si uniscono idealmente in un’istruzione non ufficiale per contribuire a forgiare quello che dovrebbe essere il cittadino futuro, grazie a quelle lezioni che la strada sa ancora dare e che non prevedono l’esclusione ma sempre l’inclusione. Giocare a calcio da soli non è mai una buona idea.
  • SPECIFICHE – massimo 2450 parole (17.000 caratteri spazi inclusi). Il font da utilizzare è il Calibri di dimensione 11.
  • INVIO – I tipi di file ammessi per il file del testo sono: odt, doc, rtf (non si accettano testi in formato pdf o docx). Il file deve essere nominato: “cognome dell’autore – titolo” e inviato alla casella mail: paloincrociotraversa@gmail.com.
  • SCADENZA: i lavori devono essere recapitati secondo le modalità indicate dagli organizzatori entro e non oltre il 16 aprile 2017.
  • GIURIA
    Ester Armanino, scrittrice
    Pierpaolo Cozzolino, publican e grafomane
    Matteo Macor, giornalista
    Francesco Pedemonte, Pagina2cento.it
    Alessio Rassi, Pagina2cento.it
    Giacomo Revelli, scrittore
    Stefano Rissetto, giornalista e scrittore
    Francesco Salvi, Pagina2cento.it
  • PREMI: Per i quattro racconti selezionati avverrà la pubblicazione su un inserto del menù del Kowalski, pensato per essere distribuito anche nei locali del circuito Birralonga e Vinicoli, oltre alla pubblicazione del testo sul sito di Pagina2cento.it. Ai vincitori verrà anche consegnato un buono per una cena per due da consumarsi nel locale di via dei Giustiniani.
Locandina di Francesca Napoli

Locandina di Francesca Napoli

4 commenti

  1. ‘sto concorso mi interessa molto molto molto!
    Purtroppo, attorno al calcio futbol fussball football voetbal si è creato un clima di diffidenza e di snobismo, che invece non contagiò (a suo tempo) Pasolini nè altri grandi scrittori… perlopiù britannici e sudamericani.
    Eppure, il calcio rappresenta, almeno per me, una stupenda metafora della vita: un “gioco” che ha parecchio a che fare con la fantasia, la generosità, la spietatezza, la logica, l’dentità…. tutte cosette che abbondano ma nello stesso tempo scarseggiano, in questa vita così poco vitale!
    Vedrò di scrivere un pezzo che spero risulti almeno decente, ma soprattutto, w w w (ma anche wm) il vostro blog e/o sito.
    Riccardo Uccheddu

  2. Buongiorno,
    per il concorso se ho ben capito serve una storia che faccia capire cos’è il calcio in piazza, quello di popolo.
    Giusto?
    Saluti,
    Roberto Balio

    • Buongiorno Roberto! Il contest letterario ha una traccia…che è quella del Calcio in piazza…poi lasciamo al singolo la libertà di svilupparlo a proprio piacimento! può essere una storia personale, un ricordo o anche una riflessione…un racconto che abbia per soggetto la cara e vecchia piazzetta come luogo di aggregazione! e gioco di futbol!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>