Gli articoli pubblicati da: Simone Tallone

Simone Tallone

Simone Tallone

“Come tutti i bambini, avrei voluto essere un calciatore. Giocavo benissimo, ero un fenomeno, ma soltanto di notte, mentre dormivo: durante il giorno ero il peggior scarpone che sia comparso nei campetti del mio paese. Sono passati gli anni, e col tempo ho finito per assumere la mia identità: non sono altro che un mendicante di buon calcio. Vado per il mondo col cappello in mano, e negli stadi supplico: «Una bella giocata, per l’amor di Dio».” – Ahimè, fossero parole mie! Eduardo Galeano parla per me!

matti_calcio

Matti per il calcio

“Ho imparato il diritto umano a essere incasinato e a non nasconderlo dentro”, spiegava un giorno un ragazzo, intervistato a bordo campo durante un torneo di calcio. Se i toni fossero stati esagitati avremmo potuto interpretare la cosa come un…

wall

Gerusalemme, al di qua e al di là del muro

Se non vuoi avere niente a che fare col tuo vicino è utile che la tua siepe sia sempre alta e ben curata. In mancanza di siepi, puoi erigere un muro. E se uno non ti basta, puoi farne molti;…

three_sided_football

Three Sided Football

Tre semplici regole: sul campo devono esserci tre squadre contemporaneamente, vince la squadra che concede meno goal, la palla deve essere rotonda. A cui se ne potrebbe aggiungere una quarta, non scritta: il campo da gioco è esagonale. Stiamo parlando…

diego_salas

Frank Lubin, il diamante lituano

All’inizio del secondo atto Casimiro Scherzo lo scova ad Hollywood, travestito da King Kong e con una bambola in mano mentre si avvicina alla macchina da presa. Eccolo, il diamante lituano. Sguardo penetrante. Si chiama Frank. Frank il Grande. Due…

  • Pagina 200
  • Pagina Duecento
  • PaginaDuecento